Visita il mio nuovo blog -Visit my new blog

NUOVE IDEE SU

Piccola scuola gaia
http://piccolascuolagaia.blogspot.com/

venerdì 31 dicembre 2010

BUON ANNO 2011


FELICE INIZIO
ANNO 2011
AI VISITATORI TUTTI
m.Marina

lunedì 20 dicembre 2010

Magia del Natale



Magia del Natale
Quanti nasini rossi
in su ad aspettare,
che dal cielo arrivi
il buon Babbo Natale.
In casa presso il camino,
tra i cibo caldo in tavola
e il gatto che miagola,
s'ode forse un campanellino.
Il nonno che racconta
le storie dei bei tempi,
i bimbi che mostrano
lor prodezze e talenti.
La mamma e il babbo
con sguardi d'intesa
aspettano di smorzare
la luce accesa.
Infine il sonno viene
allo scader del giorno,
e molti doni s'assiepano
all'abete intorno.
Si sveglia il bimbo
e vede la magia
pensa che il giorno di Natale
è il migliore che ci sia.
(Mira)




lunedì 16 agosto 2010

E state


E state
in completo relax ,
al sole ,in spiaggia
o sui monti verdeggianti;
e state
sereni in vacanza,
con gli amici
o soli in una stanza.
Non pensate
al rientro a casa ,
al lavoro,alle noie.
Non pensate ,
vivete il mondo
e gustatene le gioie.
E' estate.
(Mira)

mercoledì 3 marzo 2010

8 Marzo, festa delle donne

Poesia d'autore


Al cuore gentile ritorna sempre l'amore-di Guido Guinizzelli
Al cor gentil rempaira sempre amore,
come l' ausello in selva a la verdura,
né fe' amor anti che gentil core,
né gentil core anti ch' amor, natura:
ch' adesso con' fu 'l sole,
sì tosto lo splendore fu lucente,
né fu davanti 'l sole;
e prende amore in gentilezza loco
così propïamente
come calore in clarità di foco.


Dedicato alle donne





sabato 20 febbraio 2010

Poesia di primavera





Basta un raggio di sole
e Primavera
senza timore
è pronta a dare
una passata di spugna
sull' invernale grigiore.
Il colore dei fiori
s'impone agli sguardi
stupiti
rallegra i cuori
e come d'incanto
cancella i dolori.
Dolce il fruscio
dell'erba
ondulata
dalla brezza
discreta e delicata
come una carezza.
E profumata è l'aria
dai piccoli
fiori di campo
viola,bianchi,
rosa ,gialli,
del prato vanto.
(Mira)

mercoledì 3 febbraio 2010

Filastrocche di Carnevale


Carnevale

Nelle piazze in ogni via
c'è un'allegra compagnia
che vestita in modo strano
canta, balla e fa baccano.
Mascherine mascherine
siete buffe ma carine
con i vostri nasi rossi
fatti male, storti e grossi
con i costumi che indossate
con gli scherzi che vi fate
voi portate l'allegria
in qualunque compagnia.

Finalmente è carnevale

Ogni scherzo adesso vale,
sono giorni d'allegria
tutto è gioia e simpatia.
C'è letizia dentro i cuori
tutti i bimbi vanno fuori,
delle maschere è la festa
Arlecchino sempre in testa.
Più degli altri poverello
ma il vestito suo è il più bello,
di colori e luce pieno
sembra sia l'arcobaleno.
È da sempre squattrinato
ma in amore fortunato,
ama quella mascherina
che si chiama Colombina.
E felice lui saltella
abbracciato alla sua stella,
è l'amico dei bambini
al suo cuor sempre vicini.


Le maschere di Carnevale

Arlecchino ti presento
tutte toppe ma contento.
e Brighella suo compare,
cosa pensa di brigare?
Scaramuccia faccia buffa
sempre pronto a far baruffa.
E Tartaglia che non sbaglia,
quando canta non tartaglia.
Meneghino che, pian piano,
va a passeggio per Milano
e Pierrot vediamo qui
che è venuto da Paris.
Vuoi sapere chi è costui?
Peppe Nappa, proprio lui
Pulcinella saggio e arguto
che da Napoli è venuto.
E Gianduia piemontese
che di tutti è il più cortese.
Da Bologna ecco che avanza
Balanzon dalla gran panza.
Tutti insieme fan colazione
e chi paga è Pantalone!

P:S:per altre poesie e filastrocche clicca sull'etichetta "Carnevale"

sabato 9 gennaio 2010

Anno Nuovo




Per non essere da meno
ti mando un augurio
per un nuovo anno sereno
se vuoi unizio
gioioso
qualcosa devi
inventar di
strepitoso
se vuoi tutto e di più
devi
impegnarti
lo sai anche tu
se un'amica
vorrai
anche al buio
la troverai
(Mira)

lunedì 4 gennaio 2010

Cacciar la chimera.


Cacciar la chimera.


Quanta allegria

qualche decennio fa...

la nostalgia

tanto dolore mi da.

Avevo tutto

e non apprezzavo nulla...

ora molto è distrutto

nella vita buia.


Attendo di giorno

richiami sereni,

confusi nel sonno

tornano i veleni.

Attendo con voi

inattese gioie

arrivano poi

puntuali le noie.


Che dire allora?

Che ne so!

Non sarà tra un'ora,

ma rivivrò!

Che dirvi oltre,

questa sera?

Domani si riparte

a cacciar la chimera.

(Mira)

2010


Solo per augurare ai lettori un buon inizio d'anno ,con simpatia

Mira