Visita il mio nuovo blog -Visit my new blog

NUOVE IDEE SU

Piccola scuola gaia
http://piccolascuolagaia.blogspot.com/

mercoledì 1 aprile 2009

POESIE D' APRILE

Aprile sui monti


In alto c'è ancora neve,
ma sotto i verdi pascoli
si sono fatti più verdi,
più intensamente colorati.
Le mandrie escono dagli stalli
e vanno lentamente da un prato
all'altro, da un pendio all'altro;
il suono dei campani
porta una acuta malinconia
nel cuore di chi ascolta,
come di voce che si perde
lontano nel silenzio dei boschi.
Appaiono siepi in fiore,
una festa multicolore
fatta di innumerevoli fiori
che sembrano gocce di cielo,
immagini di paradiso.



Cosi è aprile - Mimì Menicucci
Ogni albero è una nuvola verdognola di foglie
che incupiscono ad ogni bacio del sole,
a ogni scossa di vento.
E nel vento che odore!
Odore di peschi e di ciliegi e di meli e d'albicocchi
e d'ogni grazia di Dio.
Un frullo da una siepe: c'è un nido;
e la mamma covava.
Eccola li che si lamenta,
ci dice che ci leviamo subito di torno, che le facciamo
paura e le uova si diacciano.
Guardate il grano come cresce:
par che non veda l'ora di buttar fuori la spiga.
E le viti non piangono più: sventolano i pampini teneri
e tra i pampini è il piccolissimo grappolo.



Nuvoletta gentile - M. Gianfaldoni Miserendino
Vanno le pecorelle
nelle strade del cielo,
coprono sole e stelle
con un leggero velo;
camminan, dolci e quete,
notte, mattina e sera,e se,
sciolgonsi in pianti,
adornan di brillanti
madonna Primavera.
La nuvola più bianca,
pur non essendo stanca,
noti; vuol più camminare,
perchè da un fior che ha sete
s'è sentita invocare.
La chiaman le sorelle,
ma la nube gentile,
in cielo non c'è più:
è discesa quaggiù
dal fiore dell'aprile.


Aprile

Aprile è un mese gentile,
odoroso dì fiori,
tiepido di sole,
Le siepi sono tutte in é
veste bianca;
fra l'erba odorano le viole,
il cielo è dolcemente azzurro.
La campagna è ormai tutta verde.
Le rose sono in boccio
e sono pieni di fiori
anche gli alberi da frutto:
meli, peri, susini e ciliegi.


Aprile pittore - Renzo Pezzani

Così aprile in un giorno
m'ha dipinto il giardino:
di bianco calce tutto il muro intorno,
e tutto il cielo del più bel turchino.
Di verde non ha fatto economia.
Or tutto è verde in questa terricciuola
che sembra l'orto della Poesia.
Che chiasso di colori in ogni aiuola,
e quanti fiori, quanta fantasiadi blu,
di rossi, di celesti e viola!
C'è un fior per tutti in questo mio giardino!


L' APE- Elena Barbera Lombardo
Vola l'ape ronzando sul fiore
che spande intorno un soavissimo odore:
-che cosa vuoi,bell'ape industriosa?
-goccia di miele,mia candida rosa!
La rosa allora apre il suo cuore
e l'ape sugge il dolcissimo umore.
poi :"Grazie !" dice,e vola e rivola;
va dal garofano,va dalla viola,
corre dal giglio,dal ciclamino....
povera ape ,quanto cammino!
Ma quando torna a casa la sera
depone lieta il miele e la cera.
Non v'è , bambini,più grande tesoro
d'un produttivo e lieto lavoro.


La leprotta sotto il faggio

Mentre all’ombra di un bel faggio,
era aprile o forse maggio,
se ne stava lì in panciolle
addentando un frutto molle,
una giovane leprotta
marroncina e morbidotta,
respirava aria pulita,
si sentiva favorita.
Lei leggeva un bel libretto
di disegni pieno zeppo
e pensava ai fatti suoi:
“Che bellezze abbiamo noi!
Frutti dolci e profumati
fiori belli e colorati
ombra fresca e riposante
sole caldo e rallegrante!”
Ma una rogna era in agguato!
Le sbucò proprio di lato
un’ochetta fastidiosa
che cianciava senza posa.
Beh, si vede che è destino,
quando stai in grazia di Dio,
che un’ochetta o che so io
ti rovini il riposino!...


Veder morire le farfalle

Veder morire le farfalle
m'addolora il cuore,
soprattutto se è aprile,
soprattutto se svolazzano
e colorano d'arcobaleno
il cielo di primavera,
soprattutto se ho vissuto
la giornata allegramente.
Veder morire le farfalle
m'intristisce il cuore.


Primavera

Tiepida,bianca come una pratolina,
fresca come la fitta pioggerellina di aprile,
verde come l'erba che cresce senza sosta,
calda come il sole di maggio,
rossa come i papaveri di giugno,
bizzosa e incostante come marzo,
sonnacchiosa come aprile,
aperta e luminosa come maggio.
Eccoti qua,Primavera!



Nel biancospino

Nell’armonioso biancospino
rifiorente,sta tutta la bellezza
dei primi raggi solari.
Nello spinoso biancospino
d’aprile,sta ogni purezza
della ridestata
e ridente natura.
Nel tremulo, pungente
biancospino,si quieta
ogni umano
e fraterno dolore.
Nel dolce, umilebiancospino,
si rispecchia
0gni bontà
ed ogni virtù.
Nel vivo, candido
biancospino,sorride,piamente,
l’occhicerulea fanciulla
della nascente stagione
di suoni e colori nuovi.


Rinasce aprile

Rinasce aprile
ed i nostri cuori
s’aprono alla bellezza
della natura.
Aprile rinasce
ed ogni intelletto
non più pensa
ai dolori.
Rinasce aprile
ed ogni anima
conquida la gioiadi vivere.
Rinasce aprile:
il mese della serenità,
il mese della dolcezza
primaverile e Pasqualina.
Aprile rifiorisce
in un giardino
incantato e circondato
d’olezzanti violette ridenti.
Rinasce aprile,
il simbolo che Cristo
rivive dentro di noi,
con la Sua Croce,
condividendola con la nostra;
il segnacolo del perdono
e dell’amore più limpido
per l’intera umanità


Aprile _Rosalba
Senti il tepore s'annuncia
è il fiore che timido sboccia.
Senti un canto armonioso
è il passero dolce e gioioso.
Delle foglie odi il fruscio
uno spiro di vento e un brusio.
Ti avvolge con calda premura
è lei, la curiosa natura.



Aprile

Dice il proverbio sul mese di aprile:
"Io ti faccio dolcemente dormire"!
"Con il profumo dell’erba fresca dei giardini"
"Con il cinguettìo mattutino degli uccellini".
Di verde smeraldo son dipinte le colline;
i prati sfoggiano bianche margheritine;
Là fra i cespugli del giardino,
ciuffi di timide violette fan capolino.
Niente sta fermo, tutto si muove,
c’è una rinascita e c’è buon’umore,
e come il buon vino novello,
tutto è frizzante e ci appare più bello!


Ecco i mesi!

Vien Gennaio: neve, neve!
Vien Febbraio: breve, breve!
Marzo è un gran pazzarellone
e Aprile un gran burlone.
Maggio è il mese di Maria,
Giugno all'estate apre la via.
Luglio: tutti i bimbi vanno al mare
Agosto: oh, che giocare!
Vien Settembre, il tempo vola,
E Ottobre: tutti a scuola!
Vien Novembre: brr che gelo,
tetro e triste è sempre il cielo!
Vien Dicembre: bello, bello
perchè nasce il Bambinello!




Nessun commento: