Visita il mio nuovo blog -Visit my new blog

NUOVE IDEE SU

Piccola scuola gaia
http://piccolascuolagaia.blogspot.com/

giovedì 1 gennaio 2009

Poesie sull'anno che verrà.

Che sia un buon inizio
All'inizio del nuovo anno
prego il Signore
di concedere la pace,
la concordia,la tranquillità nell'ordine
e nel rispetto dei diritti
di ogni persona umana,
senza cui il mondo
non può avanzareverso traguardidi progresso e di civiltà
Giovanni Paolo II


da Come un gioco .Anno nuovo
Anno nuovo, vecchia annata,
l'uno viene, l'altra va.
Mezzanotte è rintoccata:
anno nuovo, eccoti qua.
Anno bambino che vieni
in questa notte serena,
di gioia i tuoi giorni sian pieni,
senza dolore né pena.
Porta i pesci ai pescatori,
buon raccolto ai contadini,
i leoni ai domatorie i giocattoli ai bambini.
Porta i treni ai ferrovieri,
il lavoro agli operai,la farina ai panettierie
che il pane non manchi mai.

di L. Salvatore Augurio
Ecco l'anno misterioso
col cappuccio sopra gli occhi,
che tra un turbine di fiocchi
viene avanti pensieroso.
Viene e bussa ad ogni tetto
il viandante giovinetto,
viene e bussa ad ogni cuore,
forse in cerca di tepore.
lo lo prego che sia buono,
porti pace, amor, lavoro,
che ogni giorno rechi un dono...
che sia un anno dal cuor d'oro...

Poesia di Gianni Rodari.Il futuro
Il futuro, credetemi,
è un gran simpaticone,
regala sogni facili
a tutte le persone.
« Sarai certo promosso »
giura allo scolaretto.
« Avrai voti lodevoli,vedrai,
te lo prometto ».
Che gli costa promettere?
« Oh, caro ragioniere,
di cuore mi congratulo;
lei sarà cavaliere!».
« Lei che viaggia in filobus,
e suda e si dispera:
guiderà un'automobile
entro domani sera».
«Lei sogna di ..far tredici? »
Ma lo farà sicuro!
Compili il suo pronostico
ci penserà il futuro!
Sogni, promesse volano...
Ma poi cosa accadrà?
Che ognuno avrà il futuro
che si conquisterà.


di Gianni Rodari.L'anno nuovo
Indovinami, indovino,
tu che leggi nel destino:
l’anno nuovo come sarà?Bello, brutto o metà e metà?
Trovo stampato nei miei libroni
che avrà di certo quattro stagioni,
dodici mesi, ciascuno al suo posto,
un carnevale e un ferragosto,
e il giorno dopo il lunedì
sarà sempre un martedì.
Di più per ora scritto non trovo
nel destino dell’anno nuovo:
per il resto anche quest’anno
sarà come gli uomini lo faranno.

di A. Ferraresi.All'anno vecchio
Anno che te ne vai, se mi hai veduto
far bizze, dispettucci e cose brutte,
nel tuo fardello portale via tutte...
Ti ringrazio di cuore e ti saluto
anno che vieni; portami un pacchetto
pieno zeppo di buone qualità.
Voglio che tutti dicano: - Quest'ometto
s'è fatto giudizioso in verità.

Nessun commento: